Dario Delphin

La sua attività artistica inizia in età giovanissima, seguendo il padre Francesco, anche lui pittore ed eccellente acquerellista. La passione di Delpin per le incisioni accresce negli anni Settanta, dopo aver ammirato una mostra di Piranesi. Da allora, la produzione di incisioni è stata continua e sono più di cinquecento le lastre incise, tra bulini, acqueforti, xilografie, ceramolli e puntasecche. Le collaborazioni successive con poeti e scrittori, autori di opere in italiano e friulano offrono all’artista lo spunto per alcune cartelle d’incisioni tese ad evidenziare i valori sociali, artistici e culturali della gente e della terra del Friuli.

Vai al catalogo della Biennale in cui è presente l’artista