Bruno Missieri

L’ attività di incisore di Bruno Missieri inizia nel 1967. Le prime acqueforti sono piccole prove su zinco ma questa tecnica non soddisfa il suo bisogno “pittorico”. Per questo, presto sperimenta la tecnica della acquatinta, prima in monocromo, poi a colori. Sviluppa, in modo originale e in contro tendenza, la cromo incisione influenzato dalla pop art e affinando successivamente il proprio linguaggio. Pittura e incisione sono i suoi modi espressivi paralleli e complementari.

Vai al catalogo della Biennale in cui è presente l’artista